Press

WP_Post Object ( [ID] => 7863 [post_author] => 2 [post_date] => 2019-02-14 15:13:08 [post_date_gmt] => 2019-02-14 14:13:08 [post_content] =>
Lucca, 14 febbraio 2019 - Dopo la compositrice Sofija Gubaidulina, il soprano Raina Kabaivanska, l’étoile Eleonora Abbagnato e l’imprenditore Brunello Cucinelli, sarà Sua Eminenza il Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e ideatore del “Cortile dei Gentili”, a ricevere il premio Lucca Classica 2019. Dopo la cerimonia di consegna, prevista nella serata di domenica 5 maggio al Teatro del Giglio, due ospiti d’eccezione – che verranno annunciati nelle prossime settimane – dialogheranno in presenza del Card. Ravasi sul rapporto tra musica e spiritualità; a seguire, il concerto dell’Orchestra dell’ISSM “L. Boccherini” diretta da GianPaolo Mazzoli, con due solisti del calibro di Danilo Rossi (viola) e Marco Rizzi (violino) e la musica di Boccherini e Mozart. Il Cardinal Ravasi riceverà il premio per il suo impegno concreto a creare occasioni di confronto tra le generazioni e le culture, dando valore al dialogo e al tessuto delle differenze, alla ricerca di tutto ciò che rende l’uomo “pienamente umano”. È questa la spinta che nel 2011 lo ha portato a istituire il “Cortile dei Gentili”, iniziativa di rilievo internazionale che ha toccato le grandi capitali mondiali affermandosi come spazio aperto al pluralismo delle idee, capace di stimolare un dialogo costruttivo tra credenti e non credenti su grandi tematiche (e problematiche) di attualità, come l’etica, la legalità, la scienza, la fede, l’arte e le nuove tecnologie, attraverso eventi, incontri, dibattiti, ricerche e occasioni di condivisione. È proprio la ricerca del dialogo e della condivisione, con uno sguardo attento e aperto sul fenomeno musicale, che ha reso naturale e stimolante il contatto tra il Lucca Classica Music Festival e il “Cortile dei Gentili”, collaborazione che si concretizzerà proprio in una serie di eventi e iniziative durante la manifestazione. Lucca Classica Music Festival, citata recentemente nei volumi Europa e Musica dell’Enciclopedia Treccani, nasce come evento culturale che trova il suo focus nell’esperienza musicale, guarda al concetto di “classico” in modo dinamico, si interroga su mutamenti e prospettive, abbraccia diverse discipline e intercetta tutto quello che racconta l’esperienza dell’uomo con la bellezza e il pensiero. Nel festival trovano spazio la danza, la filosofia, le scienze e la storia, che, unite dal fil rouge della musica, costituiscono un’esperienza unica di condivisione e narrazione collettiva rivolta a un pubblico eterogeneo, con uno sguardo alle nuove generazioni e un’attenzione particolare ai bambini. Lucca Classica è una manifestazione realizzata da Associazione Musicale Lucchese, Teatro del Giglio e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Il festival, giunto alla quinta edizione, si terrà dal 2 al 5 maggio (con anteprime a partire dal 28 aprile). Per quattro giorni, dalla mattina fino a notte fonda, il centro storico della bella cittadina toscana si popolerà di migliaia di appassionati richiamati dagli oltre 80 appuntamenti in programma. Concerti, conferenze, eventi per bambini e famiglie, musica da camera e sinfonica, giovani talenti e grandi ospiti del panorama internazionale animeranno i luoghi più belli e significativi della città: da Palazzo Ducale al monumento di Ilaria del Carretto in San Martino, dalle piazze ai musei, dal Museo Casa natale di Giacomo Puccini al Teatro del Giglio. - - - Gianfranco Ravasi (1942) è un esperto biblista ed ebraista, è stato Prefetto della Biblioteca-Pinacoteca Ambrosiana di Milano e docente di Esegesi dell’Antico Testamento alla Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale. Arcivescovo dal 2007, è stato creato cardinale da Benedetto XVI nel 2010. È Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra. La sua vasta bibliografia ammonta a circa centocinquanta volumi, riguardanti soprattutto argomenti biblici, letterari e di dialogo con le scienze. Il Cardinal Ravasi collabora con giornali tra i quali L’Osservatore Romano, Avvenire (sul quale ha tenuto per oltre quindici anni la rubrica Mattutino) e Il Sole 24 Ore. Ha condotto per più di venticinque anni la rubrica domenicale Le frontiere dello Spirito sull’emittente televisiva Canale 5. Il Cardinal Ravasi è membro di una ventina di Accademie italiane e internazionali (tra le quali l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Accademia letteraria Parnassos di Atene), così come è stato insignito di vari Premi sia letterari sia civili, di diverse onorificenze di Stati e di una ventina di lauree honoris causa conferitegli da università in varie parti del mondo.
[post_title] => Il premio Lucca Classica 2019 al cardinale Gianfranco Ravasi [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => il-premio-lucca-classica-2019-al-cardinale-gianfranco-ravasi [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-02-14 15:13:08 [post_modified_gmt] => 2019-02-14 14:13:08 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.luccaclassica.it/?p=7863 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw )
Auditorium Istituto Musicale Boccherini

Il premio Lucca Classica 2019 al cardinale Gianfranco Ravasi

Lucca, 14 febbraio 2019 – Dopo la compositrice Sofija Gubaidulina, il soprano Raina Kabaivanska, l’étoile Eleonora Abbagnato e l’imprenditore Brunello Cucinelli, sarà Sua Eminenza il Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e ideatore del “Cortile dei Gentili”, a ricevere il premio Lucca Classica 2019. Dopo la cerimonia di consegna, prevista nella serata […]

WP_Post Object ( [ID] => 7828 [post_author] => 2 [post_date] => 2019-02-07 10:46:19 [post_date_gmt] => 2019-02-07 09:46:19 [post_content] =>
Lucca Classica Music Festival si avvicina e l’organizzazione svela i primi ospiti dell’edizione 2019, in programma dal 2 al 5 maggio. Si inizia con pezzo da novanta della musica classica mondiale, il violinista e direttore d’orchestra Salvatore Accardo, che sarà a Lucca sabato 4 maggio alle 21 al Teatro del Giglio. Considerato tra le figure più prestigiose della scena musicale internazionale, Accardo guiderà l’Orchestra da Camera Italiana, orchestra di archi da lui fondata, nata nel 1996 come risultato di un progetto maturato nei lunghi anni di esperienza didattica presso l’Accademia Walter Stauffer di Cremona. L’Orchestra da Camera Italiana, infatti, è l’unica al mondo in cui i componenti provengono tutti dalla stessa scuola di alto perfezionamento e si caratterizza per un’unità espressiva e una tecnica senza pari. Per il concerto lucchese, Accardo e la “sua” orchestra eseguiranno la Sonata a quattro n.2 in la maggiore di Gioacchino Rossini, il Quartetto in mi minore di Giuseppe Verdi (nella versione per orchestra d’archi) e La Campanella dal Concerto per violino e orchestra n. 2 in si minore di Niccolò Paganini. Il maestro Accardo sarà protagonista anche della mattinata di domenica 5 maggio, quando terrà una conversazione con il giornalista e critico musicale Angelo Foletto a Palazzo Ducale. Anche per questa edizione, saranno oltre 80 gli appuntamenti (per lo più gratuiti) di Lucca Classica, che propone concerti sinfonici, musica da camera, guide all’ascolto, eventi per i bambini e le famiglie. Ancora una volta la città si trasformerà in un grande palcoscenico diffuso capace di attrarre e coinvolgere migliaia di persone, come è successo nelle precedenti edizioni. Il programma dettagliato del festival, che per l’edizione 2019 prevede anche la prestigiosa collaborazione con il Cortile dei Gentili – realtà che trova il suo riferimento nel cardinal Gianfranco Ravasi - sarà annunciato nelle prossime settimane e sarà ricco di novità ed eventi di grande rilievo. I biglietti saranno disponibili presso la biglietteria del Teatro del Giglio a partire dall’inizio di marzo. Lucca Classica Music Festival è una manifestazione organizzata dall’Associazione Musicale Lucchese, dal Teatro del Giglio e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. In sole quattro edizioni è riuscita a ritagliarsi un posto di rilievo tra i festival culturali italiani tanto da essere citata nei volumi Musica e Europa dell’Enciclopedia Treccani. Il Festival gode delle prestigiose media partner di Rai Radio3, Amadeus, Sky Classica HD e dall’edizione 2019 dei mensili Gardenia e Bell’Italia del gruppo Cairo Editore.
[post_title] => Salvatore Accardo e l'Orchestra da Camera Italiana a Lucca Classica 2019 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => 7828 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2019-02-07 10:46:57 [post_modified_gmt] => 2019-02-07 09:46:57 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.luccaclassica.it/?p=7828 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw )
Auditorium Istituto Musicale Boccherini

Salvatore Accardo e l’Orchestra da Camera Italiana a Lucca Classica 2019

Lucca Classica Music Festival si avvicina e l’organizzazione svela i primi ospiti dell’edizione 2019, in programma dal 2 al 5 maggio. Si inizia con pezzo da novanta della musica classica mondiale, il violinista e direttore d’orchestra Salvatore Accardo, che sarà a Lucca sabato 4 maggio alle 21 al Teatro del Giglio. Considerato tra le figure […]

WP_Post Object ( [ID] => 7751 [post_author] => 2 [post_date] => 2018-07-09 12:23:33 [post_date_gmt] => 2018-07-09 10:23:33 [post_content] =>
L’incontro fortuito tra due mondi completamente diversi: quello di Max, ragazzino amante di calcio, videogames e musica rap, e quello di un misterioso “Maestro” che vive da solo in una grande casa suonando e ascoltando musica classica. Un incontro che si trasforma in amicizia e, per il ragazzo, in un grande amore per la musica classica. Il “Maestro” altri non è che Daniel Baremboim, il grande pianista e direttore d’orchestra che ha collaborato all’ideazione della serie, accettando di “diventare un cartone animato” e dando agli autori importanti spunti e indicazioni. Alcuni episodi di “Max e il Maestro” verranno proiettati durante la prossima edizione di Lucca Classica Music Festival che si terrà dal 2 al 5 maggio 2019. Questo è il primo degli appuntamenti dedicati al pubblico più giovane che verranno svelati un po’ alla volta nei prossimi mesi. Realizzato con la collaborazione della struttura animazione di Rai Ragazzi, distribuito a livello internazionale e coprodotto da Monello Productions di Parigi e MP1 di Milano, “Max & Maestro” andrà ad arricchire quella parte di programma che fin dalla sua nascita Lucca Classica ha sempre dedicato ai bambini, con l’obiettivo di avvicinarli alla così detta musica colta. Lucca Classica Music Festival è una manifestazione organizzata da Associazione Musicale Lucchese in collaborazione con il Teatro del Giglio e la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca con la media partnership di Rai Radio Tre, Amadeus e Sky Classica HD.
[post_title] => Max & Maestro - Il cartoon dedicato alla musica classica con Daniel Barenboim a Lucca Classica 2019 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => 7751 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-07-09 14:09:51 [post_modified_gmt] => 2018-07-09 12:09:51 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.luccaclassica.it/?p=7751 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw )
WP_Post Object ( [ID] => 7743 [post_author] => 2 [post_date] => 2018-05-29 13:05:36 [post_date_gmt] => 2018-05-29 11:05:36 [post_content] =>
Lucca Classica Music Festival è una manifestazione che piace al pubblico, capace di valorizzare la musica e la bellezza della città e al contempo è un modello innovativo e virtuoso a cui gli operatori del settore guardano con interesse. Dopo aver recentemente annunciato la collaborazione con il Cortile dei Gentili del Cardinale Gianfranco Ravasi per l’edizione del 2019, venerdì 1° giugno il Festival sbarcherà a Mantova nell’ambito della sesta edizione di Trame Sonore - Mantova Chamber Music Festival per la tavola rotonda "La musica si può cambiare: politiche e organizzazione", moderata dal presidente dell’Associazione critici musicali italiani, Angelo Foletto. Al centro della riflessione saranno i nuovi modelli organizzativi, le strategie di found raising, marketing, audience development e i progetti artistici dei festival ritenuti più innovativi ed efficaci. I promotori della conferenza della tavola rotonda, realizzata in collaborazione con l’Istituto Bruno Leoni, hanno invitato il presidente dell’Associazione Musicale Lucchese, Marco Cattani, che negli ultimi due anni, dopo la sua nomina, ha contribuito in prima persona all’evoluzione di un Festival che sta ricevendo apprezzamenti da addetti ai lavori, appassionati ed è capace di coinvolgere un pubblico ogni anno più numeroso e entusiasta anche grazie ad una strategia di internazionalizzazione che passa attraverso collaborazioni prestigiose come quella con il Mozarteum di Salisburgo dell’edizione appena trascorsa. Cattani siederà al tavolo assieme al direttore artistico del Mantova Chamber Music Festival, Carlo Fabiano, al direttore generale per lo spettacolo dal vivo del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Onofrio Cutaia, al direttore marketing e fund raising del Teatro alla Scala, Lanfranco Li Cauli, al consigliere d’amministrazione della Fondazione Cariplo, Arnoldo Mosca Mondadori, al direttore artistico della Fondazione Lugano Musica Etienne Reymond, al sovrintendente e direttore artistico del Teatro La Fenice di Venezia, Fortunato Ortombina, al vice presidente del Teatro Comunale di Bologna, Michele Trimarchi, al direttore del corso di laurea in Economia per le arti, la cultura e la comunicazione dell’Università Bocconi, Paola Dubini, al direttore della rivista Classic Voice, Andrea Estero, e al vice presidente di Juvenilia - European Network of Young Opera Friends, Mirko Gragnato. Lucca Classica Music Festival è organizzato dall’Associazione Musicale Lucchese in collaborazione con il Teatro del Giglio e la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca con il sostegno del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Regione Toscana, del Comune di Lucca, con il patrocinio della Prefettura di Lucca, del MIUR, con il patrocinio e la collaborazione della Provincia di Lucca e con la collaborazione della Camera di Commercio di Lucca. Gli sponsor gold sono Akeron, Wolters Kluwer CCH Tagetik, Lucar Mini BMW, Fondazione Banca del Monte di Lucca, Gruppo Esedra Scuola Media Internazionale Liceo Quadriennale. I silver sono Associazione Lucchesi nel Mondo, Banca del Monte di Lucca, EgoWelness Resort, Acqua Silva, Farmacia Novelli, Unicoop Firenze. Il Festival, recentemente inserito nei volumi “Musica” e “Europa” dell’Enciclopedia Treccani per «la qualità della proposta e l’impatto sulla polis», è stato seguito tra l’altro da Rai Due, Rai Tre, Rai Cinque oltre che dai consueti media partner Rai Radio Tre, Amadeus e SkyClassica HD.
[post_title] => Il modello Lucca Classica 'fa scuola' e sbarca al Mantova Chamber Music Festival [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => il-modello-lucca-classica-fa-scuola-e-sbarca-al-mantova-chamber-music-festival [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-05-29 13:05:36 [post_modified_gmt] => 2018-05-29 11:05:36 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.luccaclassica.it/?p=7743 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw )
Auditorium Istituto Musicale Boccherini

Il modello Lucca Classica ‘fa scuola’ e sbarca al Mantova Chamber Music Festival

Lucca Classica Music Festival è una manifestazione che piace al pubblico, capace di valorizzare la musica e la bellezza della città e al contempo è un modello innovativo e virtuoso a cui gli operatori del settore guardano con interesse. Dopo aver recentemente annunciato la collaborazione con il Cortile dei Gentili del Cardinale Gianfranco Ravasi per […]

WP_Post Object ( [ID] => 7734 [post_author] => 2 [post_date] => 2018-05-16 13:30:41 [post_date_gmt] => 2018-05-16 11:30:41 [post_content] =>
Archiviata da pochi giorni una bellissima quarta edizione, Lucca Classica Music Festival guarda avanti e gli organizzatori annunciano la prima importante novità per il prossimo anno. Il Festival promosso da Associazione Musicale Lucchese, Teatro del Giglio e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca si terrà dal 2 al 5 maggio 2019 e ospiterà il “Cortile dei Gentili”, iniziativa sviluppata dal Cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio consiglio per la cultura, per favorire l’incontro e il dialogo sui grandi temi e le sfide che interessano la società moderna. Dopo aver toccato Parigi, Roma, Assisi, Barcellona, Berlino e Washington, il prossimo anno “Il cortile dei gentili” sarà a Lucca Classica con il suo stimolante spazio di dialogo dove credenti e non credenti affrontano temi di attualità fondendo filosofia, arte, scienza, diritto e economia in un’ottica di condivisione, ascolto e comprensione. Nei prossimi mesi verranno annunciati gli ospiti, i temi delle conversazioni e le affascinanti relazioni con il progetto musicale affidato a interpreti di rilevo e quello che è certo è che si tratterà di un momento di grande intensità perché legherà tra loro due iniziative che condividono l’obiettivo di aumentare il livello di benessere delle persone e che vedono nella bellezza, nella conoscenza, nell’arte e nella musica gli strumenti per creare una comunità armoniosa ed educante.Positivo il bilancio dell’edizione appena passata con oltre 12mila presenze agli appuntamenti nei teatri, nei musei e nelle chiese alle quali si aggiungono le migliaia di persone coinvolte in occasione degli eventi all’aperto. Oltre ai numeri è l’entusiasmo del pubblico il miglior indicatore del gradimento di una manifestazione in costante crescita che in soli quattro anni si è ritagliata una posizione autorevole tra i festival italiani tanto da essere citata nei volumi “Musica” ed “Europa” dell’Enciclopedia Treccani per «la qualità e originalità della proposta e per l'impatto sulla polis», meritando l’attenzione di Rai2, TG3 Toscana, Rai Radio3 e le parole di ammirazione dell’imprenditore Brunello Cucinelli e di molti autorevoli esponenti del mondo della cultura.
[post_title] => Il cortile dei Gentili a Lucca Classica 2019 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => il-cortile-dei-gentili-a-lucca-classica-2019 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-05-16 13:30:41 [post_modified_gmt] => 2018-05-16 11:30:41 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.luccaclassica.it/?p=7734 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw )
Auditorium Istituto Musicale Boccherini

Il cortile dei Gentili a Lucca Classica 2019

Archiviata da pochi giorni una bellissima quarta edizione, Lucca Classica Music Festival guarda avanti e gli organizzatori annunciano la prima importante novità per il prossimo anno. Il Festival promosso da Associazione Musicale Lucchese, Teatro del Giglio e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca si terrà dal 2 al 5 maggio 2019 e ospiterà il “Cortile […]

WP_Post Object ( [ID] => 7706 [post_author] => 2 [post_date] => 2018-05-02 21:11:55 [post_date_gmt] => 2018-05-02 19:11:55 [post_content] =>
La città è abbigliata a festa, gli ospiti e i musicisti stanno arrivando, i biglietti per i concerti principali sono andati a ruba. È tutto pronto per la quarta edizione del Lucca Classica Music Festival che da domani (3 maggio) a domenica sera invaderà con oltre novanta appuntamenti le piazze, i musei e i palazzi della città. La manifestazione, promossa da Associazione Musicale Lucchese, Teatro del Giglio e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, si apre alle 17:15 al Teatro del Giglio con la cerimonia inaugurale a cui prenderanno parte il sindaco Alessandro Tambellini, il presidente della Provincia Luca Menesini, l'amministratore unico del Teatro del Giglio Gianni Del Carlo insieme al direttore artistico Aldo Tarabella e al direttore generale Manrico Ferrucci, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca Marcello Bertocchini, il direttore dell'ISSM “L. Boccherini” Fabrizio Papi, il presidente dell'Associazione Musicale Lucchese Marco Cattani e il direttore artistico (nonché ideatore) del Festival, Simone Soldati. Dopo i saluti, la musica di Schumann e Blumetti e l'omaggio al violoncello con Silvia Chiesa (violoncello) e Maurizio Baglini (pianoforte). A seguire (alle 18), “Le voci del violoncello”, una breve conversazione dedicata a questo inconfondibile strumento dalla voce calda e sensuale, protagonista del libro scritto da Sandro Cappelletto insieme a Baglini. Alle 18:15 il primo degli appuntamenti riservati ai bambini con l'esibizione del coro composto dai bimbi della Scuola Primaria “Cesare Sardi”, diretti da Carla Nolledi. A chiudere la prima giornata (alle 21 nella chiesa di San Francesco), un concerto dedicato ai giovani musicisti con l'Orchestra e il Coro dell'ISSM “L. Boccherini” che eseguiranno la Prima sinfonia di Beethoven e il Te deum di Dvořák. Con loro il soprano Sandra Pastrana e il basso Leon Kim. Sara Matteucci è il maestro del coro, la direzione è affidata a GianPaolo Mazzoli. Il concerto sarà introdotto dal direttore dell’ISSM “L. Boccherini” Fabrizio Papi.
[post_title] => Lucca Classica 2018 - Ci siamo: domani inizia il Festival (3 maggio) [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => lucca-classica-2018-ci-siamo-domani-inizia-il-festival-3-maggio [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-05-02 21:11:55 [post_modified_gmt] => 2018-05-02 19:11:55 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.luccaclassica.it/?p=7706 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw )
Auditorium Istituto Musicale Boccherini

Lucca Classica 2018 – Ci siamo: domani inizia il Festival (3 maggio)

La città è abbigliata a festa, gli ospiti e i musicisti stanno arrivando, i biglietti per i concerti principali sono andati a ruba. È tutto pronto per la quarta edizione del Lucca Classica Music Festival che da domani (3 maggio) a domenica sera invaderà con oltre novanta appuntamenti le piazze, i musei e i palazzi […]

WP_Post Object ( [ID] => 7703 [post_author] => 2 [post_date] => 2018-05-02 21:08:39 [post_date_gmt] => 2018-05-02 19:08:39 [post_content] =>
Ancora prime mondiali al Lucca Classica Music Festival, il festival promosso da Associazione Musicale Lucchese, Teatro del Giglio e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Dopo il concerto dello scorso anno in cui l'organista Liuwe Tamminga ha eseguito 26 Sonate per organo scritte da un giovanissimo Giacomo Puccini, protagonisti della terza giornata del Festival (sabato 5 maggio, ore 12:15, Auditorium “Boccherini”) saranno Giacomo Puccini e Gioachino Rossini e tre pezzi per pianoforte inediti, uno del compositore lucchese e due del maestro pesarese, del quale quest’anno ricorre il 150° anno dalla morte. A interpretarli, i pianisti Alessandro Marangoni e Simone Soldati.Gli inediti saranno presentati venerdì 4 maggio alle 12:15 a Palazzo Ducale. Parteciperanno Stefano Ragghianti (assessore alla cultura del Comune di Lucca), Gabriella Biagi Ravenni (presidente Centro Studi Giacomo Puccini), Virgilio Bernardoni (presidente dell’Edizione Nazionale delle Opere di Giacomo Puccini e vice presidente del Centro Studi Giacomo Puccini ), Massimo Marsili (direttore Fondazione Giacomo Puccini), Gianni Del Carlo (amministratore unico Teatro del Giglio), Marco Cattani (presidente Associazione Musicale Lucchese), Aldo Tarabella (direttore artistico Teatro del Giglio), Mary Forrest (in rappresentanza dei proprietari del testo di Puccini), Alessandro Marangoni, Simone Soldati.La presentazione è a ingresso libero e gratuito. Il concerto prevede un biglietto (€ 5) acquistabile alla biglietteria del Teatro del Giglio.Un Puccini poco noto, quello che veste i panni del pianista, nonostante il Maestro avesse ricevuto apprezzamenti da giovanissimo per le sue capacità alla tastiera. Il Lento e armoniosamente che verrà suonato per la prima volta il 5 maggio grazie alla disponibilità dei proprietari del manoscritto, è datato «Torre del Lago 1904». Secondo Virgilio Bernardoni, il pezzo «potrebbe essere stato scritto in primavera, nel periodo intercorso fra gli allestimenti della prima versione (febbraio) e della seconda (maggio) di Madama Butterfly». Una musica languidamente sorniona e ammiccante, costellata di disegni, caricature e autoritratti che fanno supporre un intento comunicativo “multimediale”, di tipo confidenziale. Simone Soldati lo eseguirà insieme ad altri quattro brevi brani per pianoforte composti da Puccini: l’Adagio, il Piccolo Valzer, la Scossa Elettrica e il Calmo e molto lento. «Un inedito di Puccini, incorniciato da brani noti, ma di rara occasione esecutiva – scrive la presidente del Centro Studi Puccini, Gabriella Biagi Ravenni, nella presentazione dell’inedito – il Lento e armoniosamente è l’ultima aggiunta al catalogo di Giacomo Puccini e arricchisce l’opera per pianoforte con una pagina singolare per carattere e scrittura. Dopo la prima esecuzione delle Sonate per organo, il Centro studi Giacomo Puccini e Lucca Classica proseguono così nella presentazione in prima assoluta dei ritrovamenti più recenti della ricerca pucciniana».A interpretare i due inediti di Gioachino Rossini sarà Alessandro Marangoni, pianista e grande studioso del compositore pesarese. Theme et variations e Valz (1841) fanno parte di quella che marangoni ha definito la “musica del silenzio” di Rossini, quei brani composti dopo il grande successo ottenuto in teatro, nella sua villa fuori Parigi, lontano dalla vita frenetica della città e che prendono il nome di “Peccati di vecchiaia”. È lì che Rossini si reinventa, cambia vita, invita a casa gli amici, i grandi intellettuali dell’epoca, musicisti, cantanti, l’amato cuoco Caréme, ed è lì che si fa musica. Il grande compositore affida il suo estro al pianoforte, segue le nuove estetiche di Chopin, di Liszt, superandole e anticipando il Novecento. «Un Rossini inedito, di cui c’è ancora molto da scoprire. Nei “Peccati di vecchiaia” esce l’intimità più genuina e feconda di un grande uomo, di una personalità complessa e profondamente umana, che sa di essere alla fine della vita e inciampa in lunghi periodi di depressione, ma con una visione dell’esistenza e dell’arte che è propria dei profeti», scrive Marangoni nella sua presentazione. Il pianista in questo anno sarà impegnato in una tournée in Italia e in altri Paesi per presentare, insieme alla completa integrale discografica, proprio gli inediti e la musica “del silenzio” di Rossini. Insieme ai due inediti, Marangoni eseguirà anche Prelude inoffensive, Une caresse à ma femme, Barcarole, Petit Caprice Style Offenbach, Un petit trein du plaisir (con la partecipazione di Angelo Foletto come voce narrante). --- Simone Soldati, pianista, direttore artistico dell'Associazione Musicale Lucchese dal 2014 e ideatore del Lucca Classica Music Festival, ha collaborato con importanti musicisti, attori, intellettuali ed è stato presente in prestigiose istituzioni tra cui I Concerti del Quirinale a Roma, Settembre Musica e Unione Musicale a Torino, Novecento Musica a Milano, Bologna Musica Insieme e Bologna Festival e molti altri. Tra le più recenti collaborazioni ci sono quelle con Enrico Bronzi, Mario Brunello, Monika Leskovar, Andrea Lucchesini, il Quartetto della Scala, Gabriele Ragghianti, Susanna Rigacci, Danilo Rossi, Giovanni Sollima. Nel 2014 ha suonato in concerto il pianoforte Steinway e Sons di Giacomo Puccini custodito nel Museo Casa Natale del Maestro a Lucca. Con Oreste Bossini e con Marcello Nardis e Sandro Cappelletto ha dato vita a progetti dedicati a Franz Schubert. Nel 2017 ha collaborato con il fotografo Roberto Masotti ed è stato il pianista in “Cantiere Opera” spettacolo dedicato ai grandi operisti italiani di e con Francesco Micheli, Elio delle Storie Tese e i cantanti della Fondazione Luciano Pavarotti. Dal 2015 è Direttore del “MaDamm”, master ministeriale post laurea di primo livello in direzione artistica e management musicale. Dopo aver insegnato per quasi venti anni nei Conservatori di Cosenza, Salerno e Padova è docente all’Istituto Superiore di Studi Musicali Luigi Boccherini di Lucca. Alessandro Marangoni, vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali, si è affermato sulla scena internazionale grazie ad una significativa attività concertistica come solista nei principali centri italiani ed europei e un'altrettanto intensa attività cameristica con artisti quali Mario Ancillotti, Marco Berrini, Giuseppina Bridelli, Vittorio Ceccanti, Maddalena Crippa, Enrico Dindo, Laura Giordano, Alessandro Luciano, Lilly Jorstad, Francesco Manara, Daria Masiero, Stefano Parrino, Massimo Quarta, Gabriele Mirabassi, Oleksander Semchuck, Paola Pitagora, Quirino Principe, Bruno Taddia, Milena Vukotic, Carlo Zardo, il Quartetto di Fiesole e il Nuovo Quartetto Italiano. Con Quirino Principe ha fondato il duo “Alessandro Quirini e Quirino Alessandri”, ideando spettacoli monografici su Rossini, Chopin e altri grandi autori. Con l’Ensemble Nuovo Contrappunto ha eseguito in prima italiana il Concerto n. 4 di Beethoven nella versione cameristica dello stesso autore. Per la prima volta nella discografia, Marangoni ha inciso l'integrale completa dei Peccati di vecchiaia di Rossini, riscoprendo 21 inediti.
[post_title] => Inediti di Puccini e Rossini a Lucca Classica [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => inediti-di-puccini-e-rossini-a-lucca-classica [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-05-02 21:08:39 [post_modified_gmt] => 2018-05-02 19:08:39 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.luccaclassica.it/?p=7703 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw )
Auditorium Istituto Musicale Boccherini

Inediti di Puccini e Rossini a Lucca Classica

Ancora prime mondiali al Lucca Classica Music Festival, il festival promosso da Associazione Musicale Lucchese, Teatro del Giglio e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Dopo il concerto dello scorso anno in cui l’organista Liuwe Tamminga ha eseguito 26 Sonate per organo scritte da un giovanissimo Giacomo Puccini, protagonisti della terza giornata del Festival (sabato […]

WP_Post Object ( [ID] => 7623 [post_author] => 2 [post_date] => 2018-04-29 10:37:06 [post_date_gmt] => 2018-04-29 08:37:06 [post_content] =>
Si aprono nel segno dei giovani le anteprime di Lucca Classica Music Festival. Domenica sera (29 aprile) alle 21 all'auditorium dell'Istituto “L. Boccherini” il primo appuntamento “di riscaldamento” in attesa della manifestazione, che aprirà i battenti giovedì 3 maggio. Sul palco quattro allievi eccellenti del “Boccherini” che si sono aggiudicati tramite concorso le borse di studio istituite dall’Associazione Musicale Lucchese in memoria della prima presidente, Carol Mac Andrew. Sono Chiara De Sena (percussioni), Héctor Cruz (chitarra), Lukas Spagnolo (flauto), Lorenzo Manfredi (pianoforte). Chiara De Sena eseguirà March di E. Carter e Rhythm Song per marimba di P. Smadbeck. Héctor Cruz presenta il Capriccio XII No hubo remedio di M. Castelnuovo-Tedesco, il IV movimento dalla Sonata n. IV Sonata del Pensador di L. Brouwer e Variazioni su un tema di Sor op. 15 di M. Llobet. Lukas Spagnolo si cimenterà con la Sonata per flauto e pianoforte di S. Prokofiev, mentre Lorenzo Manfredi esegue Preludio, Corale e Fuga di C. Franck. Ad accompagnare percussioni e flauto sarà il pianoforte di Simone Rugani.Il concerto è a ingresso libero e gratuito.La prossima anteprima di Lucca Classica domani (30 aprile) alle 15 con “Segui il quartetto!”, visita guidata alla scoperta di “Lucca musicale” organizzata dalla cooperativa guide turistiche “La Giunchiglia” in collaborazione con l'Istituto “Boccherini” che animerà le varie tappe con momenti musicali. Partenza alle 15 da piazzale Verdi. Per info e prenotazioni: 0583 341612.
[post_title] => Anteprima con le eccellenze dell'ISMM "L. Boccherini" [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => anteprima-con-le-eccellenze-dellismm-l-boccherini [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-04-29 10:37:06 [post_modified_gmt] => 2018-04-29 08:37:06 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.luccaclassica.it/?p=7623 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw )
Auditorium Istituto Musicale Boccherini

Anteprima con le eccellenze dell’ISMM “L. Boccherini”

Si aprono nel segno dei giovani le anteprime di Lucca Classica Music Festival. Domenica sera (29 aprile) alle 21 all’auditorium dell’Istituto “L. Boccherini” il primo appuntamento “di riscaldamento” in attesa della manifestazione, che aprirà i battenti giovedì 3 maggio. Sul palco quattro allievi eccellenti del “Boccherini” che si sono aggiudicati tramite concorso le borse di […]

WP_Post Object ( [ID] => 7571 [post_author] => 2 [post_date] => 2018-04-25 15:35:15 [post_date_gmt] => 2018-04-25 13:35:15 [post_content] =>
Saranno l’étoile Eleonora Abbagnato e il Balletto del Teatro dell’Opera di Roma a chiudere la quarta edizione del Lucca Classica Music Festival, domenica 6 maggio alle 21 al Teatro del Giglio, con uno spettacolo dedicato ai due grandi coreografi Angelin Preljocaj e Roland Petit. Qualche ora prima, alle 12:15, all’auditorium dell’ISSM “L. Boccherini”, Eleonora Abbagnato, che lo scorso anno ha ricevuto il Premio Lucca Classica, incontrerà il pubblico per una conversazione condotta dal giornalista Angelo Foletto.Il programma del gala di danza si articola in due parti ed è dedicato a due grandi coreografi: il franco-albanese Angelin Preljocaj e il fancese Roland Petit. Del primo vedremo Annonciation, creazione che porta in scena l’incontro tra la Vergine Maria e l’Arcangelo Gabriele, enfatizzato nella sua originalità dal contrasto tra la musica del compositore canadese Stéphane Roy e il Magnificat di Antonio Vivaldi. Sul palco la solista Giorgia Calenda e Federica Maine. A seguire, Eleonora Abbagnato - étoile dell’Opéra di Parigi e Direttrice del Balletto del Teatro dell’Opera di Roma – interpreterà, insieme al primo ballerino Claudio Cocino, alcuni estratti dal balletto Le Parc, creato da Preljocaj nel 1994 e diventato subito simbolo della nuova danza di fine Novecento, capolavoro dedicato all’arte di amare, dove la musica di Wolfgang Amadeus Mozart si fonde con quella elettronica di Goran Vejvoda. La seconda parte sarà tutta dedicata al coreografo francese Roland Petit. In apertura, La rose malade, struggente pas de deux sulla musica dell’Adagietto dalla Sinfonia n. 5 di Gustav Mahler interpretato da Eleonora Abbagnato e Giacomo Castellana. Il solista Michele Satriano e Simone Agrò saranno i protagonisti del successivo duetto maschile sulla musica di Gabriel Fauré Le Combat des Anges, tratto dal balletto Proust, ou Les Intermittences du coeur, ispirato al romanzo di Marcel Proust Alla ricerca del tempo perduto. Seguiranno due estratti da Il pipistrello, tra cui il famoso passo a due interpretato dai primi ballerini Susanna Salvi e Claudio Cocino, con la musica di Johann Strauss figlio. La serata proseguirà sulle note di Georges Bizet, con alcuni celebri estratti dal balletto Carmen, capolavoro che ha reso Roland Petit famoso in tutto il mondo. A danzare il ruolo della fascinosa zingara sarà l’étoile internazionale Natasha Kusch, affiancata da Michele Satriano nei panni di Don José. La serata si concluderà con Cheek to Cheek di Roland Petit, celebre duo dal sapore hollywoodiano creato sulla musica di Irving Berlin, che vedrà protagonista Eleonora Abbagnato in coppia con lo straordinario Luigi Bonino, attuale Direttore Artistico dei Balletti Roland Petit.Lucca Classica 2018, nella trasversalità della sua proposta, dedica una pagina importante alla danza guardando al profondo e affascinante rapporto tra gesto, suono e percezione. Saranno proposte riflessioni che spazieranno dalla semantica alle neuroscienze stimolando curiosità e diversi punti di osservazione così come nella caratteristica del Festival. Molte saranno le “danze” in programma nei quattro giorni: dall’integrale delle Suites per violoncello di J. S. Bach ai valzer e mazurke di Chopin, alla musica da ballo del ‘500 e ‘600 fino ad arrivare (venerdì 4 alle 17 e sabato 5 alle 10.30, nella sala Tobino di Palazzo Ducale) ai due sorprendenti laboratori dedicati alle onde gravitazionali e al ballo. Si tratta di un “gioco coreografico”, così lo definiscono le ideatrici, che sono Margherita Cappelletto, ricercatrice del CNR, e la coreografa Evelin Facchini, che prevede la partecipazione del pubblico. Dopo una breve introduzione al tema scientifico, i partecipanti infatti saranno invitati a essere protagonisti di una serie di movimenti per “dare corpo” ai segni dell’universo contenuti nelle onde gravitazionali, sulla musica di Bach.Biglietti disponibili al Teatro del Giglio: Primi posti € 60 (€ 55 ridotto, € 50 soci AML e Teatro del Giglio); secondi posti € 40 (€ 35 ridotto, € 30 per i soci AML e Teatro del Giglio); loggione: € 10.Riduzioni speciali per gruppi delle scuole (minimo 10 biglietti, solo secondi posti): € 20.Riduzioni speciali per allievi e docenti delle scuole di danza (solo secondi posti): €20. *** *** OMAGGIO A ANGELIN PRELJOCAJ E ROLAND PETIT Prima Parte: ANGELIN PRELJOCAJ Annonciation Musica (su base registrata) di Stéphane Roy (Crystal Music) e di Antonio Vivaldi (Magnificat) Coreografia di Angelin Preljocaj ripresa da Claudia De Smet Scene di Angelin Preljocaj Costumi di Nathalie Sanson Luci di Jacques Chatelet Interpreti Giorgia Calenda e Federica Maine Le Parc – Suite Musica di Wolfang Amadeus Mozart Creazione sonora di Goran Vejvoda Coreografia di Angelin Preljocaj Scene di Thierry Leproust Costumi di Hervé Pierre Luci di Jacques Chatelet Interpreti principali: Eleonora Abbagnato e Claudio Cocino I Giardinieri: Antonello Mastrangelo, Massimiliano Rizzo, Marco Marangio, Giovanni Castelli Seconda Parte: ROLAND PETIT Balletti di Roland Petit Ripresi da Luigi Bonino Luci di Jean-Michel Désiré La rose malade Musica di Gustav Mahler Costumi di Yves Saint Lauren Interpreti Eleonora Abbagnato e Giacomo Castellana Le Combat des Anges – Proust, ou les intermittences du coeur Musica di Gabriel Fauré Interpreti Michele Satriano e Simone Agrò Il pipistrello Musica di Johann Strauss figlio Scene di Jean-Michel Wilmotte Costumi di Luisa Spinatelli Interpreti principali: Susanna Salvi e Claudio Cocino I Camerieri: Giovanni Castelli, Antonello Mastrangelo, Marco Marangio Carmen – Suite Musica di Georges Bizet Scene e Costumi di Antoni Clavé Interpreti principali, Carmen Natasha Kusch, Don Josè Michele Satriano Cheek to cheek Musica di Irving Berlin Costumi di Yves Saint Laurent Interpreti principali, Eleonora Abbagnato e Luigi Bonino Finale *** Primi Ballerini, Solisti e Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma Allestimento del Teatro dell’Opera di Roma Musiche su base registrata dall’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma
[post_title] => Eleonora Abbagnato e il Balletto del Teatro dell’Opera di Roma al Teatro del Giglio (6 maggio) [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => eleonora-abbagnato-e-il-balletto-del-teatro-dellopera-di-roma-al-teatro-del-giglio-6-maggio [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-04-25 15:36:22 [post_modified_gmt] => 2018-04-25 13:36:22 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.luccaclassica.it/?p=7571 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw )
Auditorium Istituto Musicale Boccherini

Eleonora Abbagnato e il Balletto del Teatro dell’Opera di Roma al Teatro del Giglio (6 maggio)

Saranno l’étoile Eleonora Abbagnato e il Balletto del Teatro dell’Opera di Roma a chiudere la quarta edizione del Lucca Classica Music Festival, domenica 6 maggio alle 21 al Teatro del Giglio, con uno spettacolo dedicato ai due grandi coreografi Angelin Preljocaj e Roland Petit. Qualche ora prima, alle 12:15, all’auditorium dell’ISSM “L. Boccherini”, Eleonora Abbagnato, […]

WP_Post Object ( [ID] => 7577 [post_author] => 2 [post_date] => 2018-04-20 15:41:04 [post_date_gmt] => 2018-04-20 13:41:04 [post_content] =>
La città è pronta a riempirsi dei talenti di domani grazie al Lucca Classica Music Festival. Come già nelle precedenti edizioni, anche quest’anno il festival organizzato da Associazione musicale lucchese, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e Teatro del Giglio conferma la sua vocazione a sostenere giovani e giovanissimi musicisti che si impegnano per diventare i grandi interpreti del futuro. Dopo aver ospitato gli studenti del Royal College of music di Londra, alcune tra le formazioni musicali più giovani e talentuose del panorama italiano e internazionale come, per citarne solo due, i quartetti Adorno e Noûs e, ancora, i giovanissimi violoncellisti dei 100Cellos, per l'edizione 2018 arrivano a Lucca gli allievi della classe di violoncello di Enrico Bronzi al Mozarteum di Salisburgo, una fra le maggiori istituzioni musicali del mondo. Nel solco dell'omaggio a Boccherini e al “suo” violoncello, reso nelle precedenti edizioni del Festival da musicisti come Mario Brunello e Giovanni Sollima, gli allievi di Bronzi eseguiranno in vari appuntamenti l’integrale delle Sonate di Bach per violoncello. Rappresenta una novità anche la collaborazione con Cluster, l’associazione di compositori lucchese che vedrà l’esecuzione in prima assoluta di due opere: S'è desta?, allegoria per soprano, pianoforte e fixed media di Stefano Teani, e Mia è la colpa?, minimodramma per soprano e piano con musica Andrea Benedetti e libretto di Claudio D'Antonio. Entrambi i lavori sono stati prodotti dall'International Opera Composition Course “Giacomo Puccini” organizzato da Cluster. Tra le conferme c'è invece la partecipazione dell’Istituto superiore di studi musicali “L. Boccherini”, che porterà molti studenti del conservatorio cittadino a esibirsi nei quattro giorni della manifestazione, a partire dal primo dei grandi concerti serali, quello del 3 maggio (ore 21), nella chiesa di S. Francesco, dove Orchestra e Coro dell’ISSM “L. Boccherini” eseguiranno la Sinfonia n. 1 in do maggiore op. 21 di Beethoven e Te Deum per soli coro e orchestra op.103 di Dvořák. Sempre gli studenti del “Boccherini” animeranno piazze, cortili e palazzi con una serie di eventi che prendono il nome di “La musica, i luoghi” e che contrappunteranno le varie giornate del Festival. Quattro di loro, Chiara De Sena, Héctor Cruz, Lukas Spagnolo e Lorenzo Manfredi, inoltre, saranno protagonisti di una delle “anteprime” (domenica 29 aprile), quando, dopo aver ufficialmente ricevuto le borse di studio offerte dell’Associazione musicale lucchese, si esibiranno sul palco dell’auditorium “Boccherini”.
[post_title] => Lucca Classica è giovane! [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => lucca-classica-e-giovane [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-04-25 15:42:02 [post_modified_gmt] => 2018-04-25 13:42:02 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.luccaclassica.it/?p=7577 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw )
Auditorium Istituto Musicale Boccherini

Lucca Classica è giovane!

La città è pronta a riempirsi dei talenti di domani grazie al Lucca Classica Music Festival. Come già nelle precedenti edizioni, anche quest’anno il festival organizzato da Associazione musicale lucchese, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e Teatro del Giglio conferma la sua vocazione a sostenere giovani e giovanissimi musicisti che si impegnano per diventare […]