Lucca Classica Music Festival è una manifestazione organizzata dall’Associazione Musicale Lucchese e dal Teatro del Giglio. Main sponsor del Festival è la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

L’edizione del 2020 si terrà da mercoledì 29 aprile a domenica 3 maggio nelle chiese, nei palazzi storici, nei musei, nei teatri, nelle strade e nelle piazze del bellissimo centro storico di Lucca che nei giorni del festival vedranno circa 100 appuntamenti con la presenza di prestigiosi artisti internazionali.

L’ingresso alla maggior parte delle manifestazioni è libero o con biglietto a prezzo simbolico.

Ancora una volta il Festival sarà un’esperienza tutta da vivere e un percorso che ognuno di noi potrà fare con se stesso e con gli altri, alla ricerca di una “bellezza” che aggiunge senso e dà respiro alla nostra quotidianità.

Ecco di seguito qualche anticipazione sul programma.

Mercoledì 29 aprile
Al mattino, al Teatro del Giglio, si terrà la cerimonia inaugurale. Nel pomeriggio, sempre in Teatro, Ezio Bosso inizierà il suo lavoro con l’Orchestra Sinfonica dell’Istituto Boccherini per preparare la I e la VII Sinfonia di Beethoven. Le prove sono aperte al pubblico. Sempre nel pomeriggio, a cura del Centro Studi Giacomo Puccini, si terrà la guida all’ascolto della Messa a quattro di Giacomo Puccini. La sera, al Cinema Centrale, la conversazione tra Sandro Cappelletto e Pupi Avati precederà la proiezione del film “Noi Tre” dedicato al viaggio in Italia di Mozart.

Giovedì 30 aprile
Saranno decine gli appuntamenti nel centro storico a partire dalla mattina con tra cui il primo della serie realizzata in collaborazione con l’Istituto Enciclopedia Treccani, la musica nella Sacrestia della Cattedrale dove si trova il celebre monumento dedicato a Ilaria del Carretto, nei Musei Nazionali, nelle strade, nelle piazze. Si potranno ascoltare i concerti di campane, le fanfare suonate sulle storiche torri. Nel pomeriggio avremo ospite Massimo Bray con una conferenza dedicata a “Utopia”, una delle parole chiave di questa edizione. In Teatro proseguiranno le prove aperte di Ezio Bosso. A Palazzo Ducale il Quartetto Guadagnini e Giampaolo Bandini ci proporranno la musica di Luigi Boccherini. La sera nella Chiesa di S. Francesco, la Messa a quattro di Giacomo Puccini diretta da GianPaolo Mazzoli con il Coro e l’Orchestra dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Luigi Boccherini concluderà la giornata.

Venerdì 1° maggio
Decine di appuntamenti, dal mattino alla mezzanotte nel centro storico con un “fuori programma” nella splendida Villa Reale di Marlia.
Ricorderemo Ungaretti con Amanda Sandrelli e Danilo Rossi e Piero Farulli con il Quartetto Savinio, Sandro Cappelletto e il Quartetto op 132 di Beethoven. Saranno noi, tra gli altri, Mariangela Vacatello, Manrico Padovani, Francesco Dillon, Emanuele Torquati, gli allievi di Pietro De Maria al Mozarteum di Salisburgo, Simonide Braconi, Paolo Carlini, Gabriele Pieranunzi.
Andrea Corazziari darà il via al progetto di Oreste Bossini dedicato al “Meraviglioso regno della notte”. Il neuroscienziato Pietro Pietrini ci parlerà di “Utopia” nell’ambito del progetto “Le parole valgono” in collaborazione con Treccani.
Molti saranno gli appuntamenti con i giovanissimi musicisti che, come di consueto, sono parte fondante del Festival. Alle 12 nella bellissima Piazza S. Michele il Concerto del Primo Maggio con Gli ottoni della Pontificia Cappella Sistina. Al Teatro del Giglio proseguiranno le prove di Ezio Bosso aperte al pubblico.
Alle 21 nella Cattedrale di S. Martino una straordinaria esperienza, dal buio alla luce con la musica di Bach suonata da Marco Rizzi, con ancora gli Ottoni della Sistina e il Coro della Voci Bianche della Cappella S. Cecilia e dell’Istituto Boccherini diretto da Sara Matteucci.
La giornata si chiuderà alle 23 con il secondo appuntamento del progetto di Oreste Bossini che vedrà l’esecuzione di Notte Trasfigurata con il Quartetto Guadagnini, Francesco Fiore e Silvia Chiesa.

Sabato 2 maggio
Le prove aperte di Ezio Bosso con l’Orchestra Sinfonica dell’Istituto Boccherini il concerto di Giovanni Sollima nella Chiesa dei Servi, le Sonate di Beethoven con Pietro De Maria e Andrea Lucchesini. Il viaggio nel rapporto di Beethoven con la musica popolare con Giovanni Bietti e Gemma Bertagnolli, la musica di Paganini in Palazzo Ducale con Francesco Manara, Massimo Polidori e Giampaolo Bandini, gli appuntamenti del “Meraviglioso regno della notte” con Oreste Bossini e il Quartetto Nous, l’integrale delle opere per violoncello e pianoforte di Beethoven con Silvia Chiesa e Maurizio Baglini, il racconto dell'”Utopia” di Claudio Abbado curato da Angelo Foletto. Tutto questo nello straordinario centro storico di Lucca insieme agli appuntamenti per i bambini e le famiglie, ai musicisti che animeranno vie e piazze.
Ai cori e alle orchestre delle scuole della provincia di Lucca si aggiungerà il Coro giovanile e di voci bianche della Scuola Giuseppe Verdi di Prato diretto da Rossella Targetti. Come sempre l’invito è a visitare il Museo Casa Natale di Giacomo Puccini.
Lucca Classica festeggerà anche i 200 anni del bellissimo Orto Botanico con la musica di Sofia Gubaidulina e Andrea Portera eseguita dal Trio Syncordia e con uno straordinario “Silent concert” notturno con Andrea Vizzini realizzato grazie a Yamaha e Menicagli Pianoforti.

Domenica 3 maggio
Dal mandolino di Jacob Reuven con il Quartetto Nous ad Harawi di Messiaen con Laura Catrani e Andrea Corazziari fino agli appuntamenti con Danilo Rossi, Silvia Chiesa, Maurizio Baglini.
Il ricordo dei 500 anni di Raffaello con Paolo Bolpagni, Alessandro Marangoni e la musica di Rossini. Uno straordinario viaggio nella Sonata a Kreutzer di Beethoven con Marco Rizzi, Roberto Arosio e Angelo Foletto fino al concerto finale con Ezio Bosso e l’Orchestra sinfonica dell’Istituto Boccherini che daranno vita alla Prima e Settima Sinfonia di Beethoven.
Questo, insieme a decine di appuntamenti in tutto il centro storico, anche dedicati ai neonati e ai bambini, sarà l’ultimo giorno di una festa condivisa, lunga cinque giorni.

Simone Soldati – Direttore Artistico dell’Associazione Musicale Lucchese

Vista la situazione dovuta al Covid-19, il programma potrà subire modifiche.
Per maggiori dettagli e aggiornamenti in tempo reale si veda il programma delle singole giornate