Gesti sonori: Ascoltare il movimento

Gesti sonori: Ascoltare il movimento

Venerdì 4 maggio

45′
Biglietto: €3

Auditorium L. Boccherini

Un progetto di Fabrizio Datteri.
Uno degli aspetti più affascinanti della nostra lingua è dato dal fatto che possiamo spaziare, perderci o ritrovarci nella pluralità semantica anche di un solo termine. La parola “gesto” vive in correlazione a “movimento”, ma quante sfaccettature di significato possiamo trovare, a seconda del livello di analisi e comunicazione. Vi è nella musica un’evocazione del gesto inteso come danza, o come “moto di affetto”, arrivando fino al livello più profondo, e analizzato in maniera interessante in uno studio dell’Università di Oslo, (Musical gestures: sound movement and meaning), ovvero il ruolo primordiale dei gesti e dei movimenti nella percezione umana della musica.
(Fabrizio Datteri)

Fabrizio Datteri, pianoforte
Quartetto d’archi dell’Orchestra Arché
Paolo Del Lungo, violino
Luisa Di Menna, violino
Agostino Mattioni, viola
Simone Centauro, violoncello

L. van Beethoven, Concerto n. 1 op. 15 in do maggiore per pianoforte e orchestra nella versione di I. Moscheles per pianoforte e quartetto d’archi